SEMPRE GIÙ ALLE MONTAGNE

SEMPRE GIÙ ALLE MONTAGNE

Sempre giù alle montagne. Una traduzione ragionata dall’inglese all’italiano
Testo di/Text by Arthur “Ettore” Page, a cura di/curated by Giorgio Barnocchi, foto di/photos by Alice Mazzarella, 2018
ed. Viaindustriae publishing
bn/bw, 208 pp., 21×15 cm, it, 12 €
ISBN 978-88-97753-44-5

 

IT_
Questo libro è una traduzione ragionata di Una Bella Passeggiata or a walk in wartime Italy, già pubblicato nel 1995 sia in inglese che in italiano. L’autore è un soldato inglese, Arthur “Ettore” Page che, durante la Seconda Guerra Mondiale, in fuga dai tedeschi e dai fascisti, attraversa l’Italia e gli appennini. Mentre cammina, consigliato dagli autoctoni di andare sempre giù alle montagne, si appunta mentalmente le tappe di una “bella passeggiata” che diventeranno i capitoli di un libro, diario postumo di guerra e ringraziamento “dall’inglese all’italiano” ai paesani che lo avevano aiutato e nascosto.

EN_
This book is a translation raisonné of Una Bella Passeggiata or a walk in wartime Italy, already published in 1995 in both English and Italian language. The author is an English soldier, Arthur “Ettore” Page who, during the Second World War, while trying escaping from the Germans and the fascists, finds himself into a journey across Italy and the Apennines. While walking, advised by the natives to andare sempre giù alle montagne (always go down to the mountains), he mentally takes note of all the stages of his bella passeggiata (nice walk) that will later become the chapters of his book, a posthumous war diary and a way to thank the villagers who had helped him and hid him.